100x100 al servizio della tua azienda!
Usura bancaria, anatocismo e analisi completa dei conti correnti
Recupero interessi non dovuti
e verifica contratti di mutuo leasing swap e derivati

Usura bancaria – art. 644 c.p e legge 108/1996.

Usura bancaria, scopri la differenza fra l’ usura oggettiva e usura soggettiva.

Perché l’ usura bancaria è un reato di pericolo.

T ‘ interessa capire se sei stai oggetto di usura bancaria, come rivalersi nei confronti della banca?

Fermare e denunciare l’ usura bancaria è un tuo diritto, come è un tuo diritto la libertà economica e finanziaria.

Leggi con cura anche le altre pagine che troverai nel nostro sito e scoprirai tantissime informazioni che ti aiuteranno a riacquistare la tua indipendenza economica.

Informazioni sull’ usura bancaria.

Il contratto così come definito all’ art. 1321 del codice civile è l’ accordo di due o più parti per costituire, regolare o estinguere un rapporto giuridico patrimoniale. 

Un accordo, ovvero un contratto di finanziamento diventa usuraio, quando tutti gli elementi che lo compongono , cioè la somma di tutte le clausole contrattuali che contribuiscono a formare i costi, superano il tasso effettivo globale medioin questo caso si può avere usura soggettiva.

Per commettere il reato di usura, non è necessario che si verifichi un danno patrimoniale a carico di qualcuno ma basta che le pattuizioni, ovvero il contratto contenga la promessa di pagare interessi usurai.

Lo scopo infatti è quello di censurare e punire oltre che l’ illegittimo incasso di una cifra usuraia, anche l’ intenzione ovvero la “promessa” di pagare interessi usurai.

Il risultato e quello di punire in egual modo il pretendere e l’ incassare interessi ritenuti usurai, in quanto entrambe le pretese diventano grave danno per l’ economia e per il sistema finanziario.

Qui nasce la differenza fra l’ usura soggettiva ovvero reato di pericolo presunto e l’ usura oggettiva che invece è definito reato di pericolo concreto.

Se desideri scoprire qual’ è il tasso usura oppure il tasso soglia usura rivolgiti a noi.

Oppure scopri come fare il calcolo usura su un contratto di mutuo

L’ usura è un reato di pericolo.

Mentre il reato di pericolo presunto deve essere dimostrato attraverso la sproporzione e le modalità con cui si svolge il fatto usura soggettiva, nel reato di pericolo concreto ovvero l’ usura oggettiva, il comportamento viene sanzionato senza la necessità di verificarne la pericolosità in quanto è già prevista per legge.

Secondo noi, il tentativo di applicare usura rientra nell’ inquadramento dei reati di pericolo quando sono riscontrabili atti contrattuali o idonei a rivelarne la presenza, quali per esempio proposte o accordi preliminari.

Per esempio, è cosa diversa promettere di erogare o erogare un finanziamento a tassi usurai, mentre nel primo casa si riscontra il tentativo di commettere usura bancaria nel secondo caso l’ usura diventa viene applicata, l’ attività di riscossione di un credito usuraio può rientrare nel reato di favoreggiamento, oppure nel caso in cui realmente venga incassato il credito usuraio il reato potrebbe configurarsi in reato di usura a titolo di concorso.

Il tasso soglia usura viene calcolato fino a metà 2011 aumentando del 50% il tasso medio calcolato per la specifica categoria di credito, questo dispositivo è stabilito all’ interno della legge 108/96.

Le categorie di credito sono distinte fra loro ed ad ognuna di esse viene attribuito uno specifico tasso medio.

Mentre da metà 2011, la formula di calcolo è stata modificata ampliando la maglia relativa al tasso soglia usura ovvero il tasso medio + 25% + 4 punti, con al massimo 8 punti di differenza.

L’ usura finanziaria sia essa soggettiva che oggettiva è sempre reale così come previsto dall’ art. 644 del codice penale, e si concretizza attraverso un rapporto giuridico squilibrato dove una delle due parti ha nei confronti dell’ altra dovere sproporzionato rispetto il corrispettivo medio per quel tipo di rapporto.

Che cos’ è l’ usura oggettiva e l’ usura soggettiva?

Quando il soggetto richiedente un prestito o un finanziamento, è in un particolare stato di bisogno legato ad una oggettiva difficoltà economico finanziaria e paga una cifra sproporzionata rispetto al tasso medio rilevato dalla Banca d’ Italia per quella specifica categoria di rapporto creditizio e tendente ad avvicinarsi alla soglia usura, si trova di fatto in una sorta d’ impotenza, ed è proprio da questo meccanismo che nasce l’ usura soggettiva.

L’ usura soggettiva parte dallo stato di bisogno, ovvero quando la parte debole per motivi legati alla sua situazione finanziaria si trova costretto ad accettare un prestito o finanziamento a tassi che si discostano di parecchio rispetto al tasso medio.

Alla base dell’ usura c’ è sempre il comportamento scorretto di un soggetto, che approfitta dell accordo della parti di cui un soccombente per approfittare indebitamente di una condizione sfavorevole della vittima ovvero dell’ usurato.

Appare chiaro quindi, che ai fini della rilevanza usuraia in particolare di quella soggettiva il fatto che ci sia uno stato di bisogno e di difficoltà e quindi una sproporzione, su quanto richiesto, rispetto il tasso medio sicuramente configura il reato di usura soggettiva, in questo caso sta alla parte offesa dimostrare lo stato di bisogno, unito alla impellente necessità di finanziarsi per non peggiorare la propria situazione economica.

L’ arbitro, che valuta e verifica se esistono gli estremi del reato di usura “soggettiva” è il giudice, ma è altrettanto vero, che spetta all’ avvocato di parte conoscere verificare e mettere in atto tutte le azioni affinché lo stato di soccombenza della parte lesa siano state a conoscenza di chi ha erogato il prestito e ha utilizzato tassi troppo altri per una parte che era già debole, qui nasce il reato di usura.

Dopo questi approfondimenti normativi possiamo affermare che la prova principale dell’ avvenuta usura o della sua assenza, più che riscontrarla nel comportamento del soggetto attivo è fondamentale riscontrarla nel contratto e quindi di nella clausole che determinano l’ obbligo di pagare.

In caso di usura l’ oggetto delle sanzioni civili e penali è l’ accordo da cui discende la pretesa di interessi e corrispettivi usurai, il significato di questo ragionamento è che sia il reato penale che l’ illecito civile si commettono già con la stipula del contratto usuraio.

L’ accordo usuraio si compie e si formalizza all’ interno di un contratto dove vengono indicati tutti gli interessi e gli altri oneri che a qualsiasi titolo ad esclusione dei fissati bollati, il debitore deve pagare per assolvere al suo impegno contrattuale.

Usura: denuncia penale art. 644 c.p per reato di usura “bancaria”.

L 8 febbraio 2011 il tribunale di Vibo Valentia ha emesso la prima condanna per usura bancaria, nei confronti di un funzionario di una nota banca italiana, al quale il tribunale ha concesso le attenuanti generiche per aver usurato un contratto di conto corrente di un’ imprenditore della zona.

Successivamente nell anno 2011 si sono susseguite altre sentenze di condanna ad alcuni funzionari bancari come ad esempio la sentenza numero 129 del 10 maggio sempre a Vibo ha condannato ad un anno di reclusione e a € 3.500 di multa il funzionario della banca in quanto per due trimestri consecutivi del 2002 ha applicato interessi in conto corrente superiori al tasso soglia al netto delle cms, mentre negli altri trimestri c’ era usura solo sommando le cms e pertanto secondo i giudici mancava il dolo.

Sempre nel mese di maggio il Tribunale di Lecce condanna per usura il titolare di una finanziaria, ma vengono assolti gli impiegati dall’ accusa di concorso nel reato, i clienti hanno raggiunto l’ accordo di risarcimento e quindi non si sono costituiti parte civile.

Durante tutto il 2011 i rinvii a giudizio continuano in diversi tribunali italiani, a tal proposito famose sono le sentenze del Tribunale di Palmi, gli altri tribunali che condannano a vario titolo diversi funzionari sono: Salerno, Potenza, Saluzzo Capua a Vetere, Sassari, Pescara e Chieti.

In particolare proprio nel tribunale di Salerno nel autunno 2011 sono iniziati due processi dove erano inquisiti più di 50 fra funzionari e banchieri per violazione dell’ art 644 terzo comma del codice penale.

A maggio del 2012 il GIP del Tribunale di Palmi ha rinviato a giudizio per concorso di usura oggettiva e soggettiva art 644 commi 1,3 e 4  tredici persone fra amministratori e dirigenti di una nota banca italiana.

Molti sono i casi di denunce penali che hanno interessato diversi tribunali italiani alcune con esiti favorevoli altri seguita da archiviazione.

Il reato di usura spesso viene archiviato, in quanto è complicato dimostrare il dolo o la colpa grave, purtroppo il sistema bancario è ben protetto e spesso pur di non metterlo in difficoltà molte denunce vengono ingiustamente archiviate, forse per difendere il sistema economico italiano!

L’ imprenditore, ha il diritto di svolgere la sua attività pagando lecitamente il giusto e deve essere difeso dalla giustizia affinché i debiti che ha contratto non siano usurai, i debiti usurai possono ledere il diritto alla libertà economica stessa cosa vale per la famiglia che spesso in modo violento ed ingiustificato viene vessata fino a perdere la casa.

L’ usura spesso è nascosta all’ interno dei contratti, 100×100 Invest ti aiuta a scoprire se sei stato vittima di usura bancaria.

Molti contratti di finanziamentomutuo e conto corrente bancario apparentemente innocui ed equilibrati se analizzati, o peggio ancora attivati in tutte le loro previsioni, possono nascondere delle insidie molto pericolose per chi li ha contratti.

Spesso alcuni contratti nascondono clausole usuraie che una volta attivate portano a delle escalation d’ interessi da pagare che diventano ingestibili ed ingovernabili, questo tipo di atteggiamento in realtà mette in crisi il sistema economico del nostro paese e dovrebbe essere punito in modo fermo dalla magistratura, a distrazione di quanto affermiamo c’ è l’ evidente formazioni di utili sviluppati dalle banche.

Dietro ad ogni dramma imprenditoriale e famigliare dovuto a problemi finanziari, si celano delle posizioni sociali di grande criticità che dovrebbero essere sostenute e tutelate, il costo del denaro dovrebbe essere per prima cosa giusto e sostenibile, in particolare in questo delicato momento economico.

La vittima del reato definita anche persona offesa è il soggetto “persona giuridica o persona fisica” leso e a cui è stata ristretta o inibita la libertà economica.

Il danneggiato, ovvero la persona offesa, può chiedere i danni morali solo quando la stessa si configura come persona fisica mentre per le società commerciali questo non è possibile.

L’ usura bancaria è un reato plurioffensivo e pertanto si può affermare che è persona offesa sia il debitore ” persona fisica o giuridica” sia il fideiussore “persona fisica o giuridica” di un debito usuraio e pertanto queste figure possono unitamente o separatamente procedere al fine di far valere le proprie ragioni.

Il fideiussore non è a parte del contratto di finanziamento ama potrebbe subire in egual modo gli effetti del credito usuraio, il fideiussore è solo danneggiato mentre non è mai persona offesa.

In caso di rinvio a giudizio per usura bancaria le parti offese possono partecipare attivamente al processo penale costituendosi parte civile, per chiedere la condanna degli imputati e il risarcimento relativo il danno civile, in caso di usura bancaria la richiesta di risarcimento dei danni consiste nella richiesta di nullità delle clausole contrattuali.

La restituzione di quanto indebitamente pagato, va ricondotto al danno patrimoniale da usura finanziaria e va liquidato forfettariamente dalla legge art 1815 c.c “interessi e oneri usurai” salvo la prova del danneggiato di aver subito un danno maggiore, per esempio di aver pregiudicato il conto economico della propria azienda.

100×100 Invest ti da il supporto tecnico legale per difendere i tuoi diritti in materia di usura bancaria, i nostri avvocati e i nostri periti potranno essere al tuo fianco per verificare tutte le strategie per difendere la tua azienda da contratti vessatori.
Verifica se sei stato oggetto di usura bancaria, 100×100 Invest ti assiste su tutto il territorio nazionale, in particolare nelle province di Udine, Trieste, Gorizia, Pordenone, Venezia, Padova, Treviso, Vicenza, Verona, Rovigo, Belluno, Trento e Bolzano.

Usura bancaria e usura mutuo




I dati inseriti in questo modulo saranno utilizzati al solo scopo di fornire le informazioni richieste e saranno soggetti al massimo riserbo, in piena ottemperanza della normativa vigente sulla privacy, e quindi non potranno essere divulgati a terzi senza esplicito consenso dell'interessato.